Byelo vive
sempre con Sveva...



e ricorda la straordinaria amica a un anno dalla sua "partenza",
11 aprile 2012.


Quando non sarò più qui, lasciatemi, lasciatemi partire.
Se avete bisogno, chiamatemi e verrò.
Anche se non potrete vedermi e toccarmi, sarò lì.
E se sentite il vostro cuore, proverete chiaramente la dolcezza dell’amore che porterò.
E quando sarà venuto per voi il momento di partire, sarò lì per accogliervi.
Assente dal mio cuore, presente con Dio.
Non andate a piangere sulla mia tomba: non sono lì, non sto dormendo.
Sono il vento che soffia,
sono lo scintillio dei cristalli di neve,
sono la luce che attraversa i campi,
sono la dolce pioggia d’autunno,
sono il risveglio degli uccelli nella tranquillità del mattino,
sono la stella che brilla nella notte.
Non andate a piangere sulla mia tomba: non sono lì, non sono morto.”


(Preghiera Indiana)